Si può acquistare on line il mio “Sotto il segno del leone”

BASEBALL, FICTION E PROGETTI EDITORIALI

Ho forse trascurato un po’ il mio sito. Ci torno per fare un altro po’ di pubblicità al mio ultimo libro, scritto nel centenario della nascita dell’ex Presidente FIBS Bruno Beneck. Lo si può acquistare on line

La copertina ideata da Ezio Ratti, foto archivio Tuttobaseball
La copertina ideata da Ezio Ratti, foto archivio Tuttobaseball

Quando ho iniziato a seguire il baseball nel 1975 frequentavo le scuole medie e la storia era solo una materia di studio, anche tutto sommato noiosa. Quale fosse la storia del baseball, non me lo chiedevo spesso e avevo in breve raggiunto la convinzione che non ci fosse stato altro baseball in Italia se non quello di Bruno Beneck. Quando la Presidenza Beneck giunse alla sua fine nell’autunno 1984 stavo muovendo i primissimi passi nel mondo del giornalismo. Ho un ricordo vivo delle accuse infamanti (e rivelatesi infondate) che portarono al Commissariamento della FIBS di Beneck.
Non sapevo allora che un giorno il baseball sarebbe diventato il mio mestiere, meno che mai immaginavo che mi sarei incaricato io di coordinare un progetto per scriverne una storia organica.
Nel 2006, quando lavorai con Marco Landi, Roberto Buganè e Maurizio Caldarelli a Un Diamante Azzurro (il libro sulla storia della FIBS), di Bruno Beneck sapevo poco. Mi affidai quasi interamente a Giorgio Gandolfi per i capitoli sui suoi 4 mandati.
Tra il 2010 e il 2011, quando ho scritto The game we love (il libro sulla storia della IBAF, la Federazione Internazionale; è in Inglese e Spagnolo, ma ne esiste una versione in Italiano su questo sito) ho scoperto la rilevanza che Beneck ha avuto nello sviluppo del baseball internazionale nel decennio che va dal 1973 al 1983 e mi è rimasta la curiosità (umana e professionale) di approfondire lo studio della sua figura.

Nell’anno del centenario della nascita di questo grande dirigente sportivo (e molto altro; se leggerete il libro, ne converrete con me), che è morto nel 2003, ho proposto alla FIBS un libro a lui dedicato. Queste 100 pagine sono il risultato, frutto di una ricerca che ha vissuto una svolta grazie alla figlia di Bruno (Daniela), che mi ha permesso di consultare i libri sulla storia della famiglia che il padre aveva scritto (e mai stampato: ne esistono solo un paio di esemplari) tra gli 80 e gli 85 anni.
Devo ringraziare in modo particolare Daniela Beneck. Comprensibilmente, dopo che suo padre era stato indagato per peculato, Daniela aveva chiuso la porta della sua vita al movimento del batti e corri. Quando suo padre è morto, ha preteso funerali strettamente privati. Si è poi convinta del fatto che suo padre avrebbe gradito questo omaggio alla sua memoria e mi ha aperto la porta di casa sua in 2 successive occasioni. Mi ha mostrato una fiducia che accetto come un premio al mio lavoro che mi appaga e mi porterò con me per sempre.

Io non sono uno storico, ma scrivendo questo libro ho avuto l’occasione di approfondire gli studi sul colonialismo italiano, la seconda guerra mondiale, la resistenza. E naturalmente sulla storia del baseball. Ho messo così a frutto, oltre alla passione per il vecchio gioco e al lavoro di tanti anni, anche letture che avevo fatto solo per diletto.
La lista dei ringraziamenti agli autori a cui devo qualcosa la trovate direttamente sul libro.
In conclusione, credo ne sia uscita una lettura interessante. Almeno: io mi sono molto divertito a scrivere e sono uscito dall’esperienza decisamente arricchito.
Grafica e impaginazione sono di Ezio Ratti.

E’ possibile acquistare il libro clickando su QUESTO LINK e COMPILANDO IL MODULO

Share Button