Sorpasso: gli Orioles di nuovo davanti ai Red Sox

BASEBALL

Sabato scorso avevo preso atto del sorpasso ai danni degli Orioles che aveva portato i Red Sox al secondo posto nella classifica della American League Est, oggi devo registrare il controsorpasso dopo la secondo sconfitta consecutiva rimediata sul campo dei passeriformi.
La serie di 4 partite che si sta giocando a Camden Yards è naturalmente molto importante. Certo, subire uno sweep significherebbe veder vanificare quanto di buono i Red Sox avevano costruito nella seconda parte del mese di maggio. Per evitarla i Red Sox contano sulle prestazioni dei lanciatori Price sabato notte (seconda gara da partente dopo l’infortunio) e Sale domenica. Lunedì tireremo le somme.

Basta infortuni!

Non si placa la serie di infortuni. Giovedì durante il riscaldamente Eduardo Rodriguez è scivolato. Ha poi lanciato regolarmente, ma prima della partita di venerdì il Presidente Dombrowski ha annunciato che E-Rod è in lista infortuni per 10 giorni. Torna in rosa il rilievo Workman e il posto di Rodriguez in rotazione andrà con ogni probabilità a Brian Johnson (foto di copertina di Troy Taormina-USA TODAY, che fin qui ha lanciato 2 gare da partente e le ha vinte entrambe, la seconda addirittura (sabato 27 maggio) lanciando la partita completa senza concedere punti (shut-out).
La lista infortuni dei Red Sox resta comunque ben frequentata. Oltre a Rodriguez, ci sono altri 5 lanciatori: Roenis (ricaduta dopo che aveva iniziato la riabilitazione), Ross (gomito), Carson Smith (sta facendo la riabilitazione dopo l’operazione di Tommy John), Thornburg (spalla) e Wright (stagione finita).
Va considerata finita anche la stagione dell’interno Marco Hernandez e non si sa cosa pensare delle condizioni dell’utility Brock Holt, che continua a soffrire di vertigini.
Dustin Pedroia, che ha un problema al polso sinistro (infortunio molto delicato, per un giocatore di baseball) sparge ottimismo e dice che tornerà entro i 10 giorni che iniziano a decorrere dal 30 maggio.

lista infortuni red sox al 3 giugno

La consistenza

Appare difficile per una squadra fornire un rendimento continuo e consistente in presenza di così tanti cambiamenti alla formazione titolare.
Quella del ruolo di terza base è una vera e propria soap opera, per i Red Sox. Il titolare Sandoval si è infortunato 2 volte, ora sta tornando (in tutta fretta, a causa del polso di Pedroia), ma sembra che un po’ tutti preferirebbero utilizzarlo come designato (venerdì ha battuto anche il suo primo fuoricampo dopo il rientro). Il problema è che Hanley Ramirez non può giocare in difesa a causa di problemi mai risolti alla spalla destra. Oltretutto, come designato a tempo pieno il paragone con Big Papi Ortiz si sta facendo impietoso. Va dato comunque credito al rookie Travis, che sta dimostrandosi un’alternativa importante a Moreland in prima, e a Rutledge. Apparso in difficoltà in terza base, sta rimpiazzando al meglio Pedroia in seconda. Marrero in terza base sta a sua volta contribuendo.

Sorpasso?

Fare una valutazione sulle possibilità dei Red Sox ora è impossibile ed è anche difficile arrivare a capire se e quando riusciranno ad avere un rendimento consistente. Ma qualche indizio chiaro ce lo fornirà il campo. Dopo la serie con gli Orioles, Boston si farà vedere per la prima volta quest’anno allo Yankee Stadium. Considerato che subito dopo si affronteranno Orioles e Yankees, se tutto andrà bene qualcosa di nuovo in classifica lo si potrebbe vedere entro il prossimo week end. Vi ricordo che potete seguire giorno per giorno i Red Sox grazie a una pagina speciale su questo sito.

Share Button